Banner ADV

mercoledì 31 agosto 2016

GRILLO: “DITTATURA A NORMA DI LEGGE” – FURIBONDA REAZIONE CINQUESTELLE PER L’INCIUCIO TRA RENZI E BERLUSCONI.


Si prende atto che un confronto democratico e trasparente in Italia è oggi impossibile. Il Pd ha annullato l’incontro con il M5S per la legge elettorale nonostante (o forse proprio per questo) l’apertura dimostrata dal M5S conl’intervista del Corriere della Sera di domenica di Luigi Di Maio. Si prende atto che il Pd preferisce gli incontri al chiuso di cui nessun cittadino sa nulla con un pregiudicato con il quale si appresta a fare la “riforma” della Giustizia. Si prende atto che Renzi, le cui palle sono sul tavolo di Verdini e Berlusconi, rifiuta con il M5S ogni confronto democratico e che l’Italia dovrà pagarne tutte le conseguenze. Il M5S rappresenta milioni di italiani che non possono essere trattati come dei paria, come dei cani in chiesa da personaggi mai eletti in libere elezioni, da sbruffoni della democrazia. Nessuno potrà più imputarci di non aver cercato il dialogo. Stiamo scivolando lentamente verso una dittatura a norma di legge, il M5S non resterà a guardare e spera che i sinceri democratici che esistono negli altri partiti facciano altrettanto.
Beppe Grillo

3 commenti:

  1. se c'è da marciare su Roma io ci sono...

    RispondiElimina
  2. Ci sono anche,io vado a difendere il mio sindaco.

    RispondiElimina
  3. Ci sono anche,io vado a difendere il mio sindaco.

    RispondiElimina