martedì 10 gennaio 2017

Effetto Raggi: In manette comandante dei Vigili Urbani. Ecco l'accusa

Ai domiciliari l’ufficiale della polizia municipale. Secondo la procura, timbrava il badge di servizio per poi allontanarsi, sbrigare i propri affari e passare i pomeriggi a casa


In manette il comandante dei vigili urbani di Fonte Nuova, alle porte di Roma. L’ufficiale della polizia municipale si trova ora i domiciliari dopo che i carabinieri della compagnia di Monterotondo gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Tivoli Alberto Cisterna con l’accusa di aver timbrato il badge di servizio negli uffici dei vigili ed essersi poi allontanato in diverse occasioni per tornare a casa per sbrigare affari personali. A fine giornata il comandante timbrava di nuovo il tesserino. Senza accorgersi però che i carabinieri lo stavano pedinando registravano tutti i suoi spostamenti. L’accusa contestata all’ufficiale è truffa aggravata ai danni dello Stato. Segnalazione partita dalla Giunta di Virginia Raggi
Il Gip: «Modalità di azione sfrontate»
Il comandante è stato già sospeso dal servizio del commissario straordinario del Comune in attesa dello sviluppo delle indagini. In diverse circostanze - spiegano i carabinieri - il comandante «ometteva di timbrare il cartellino, compilando a posteriori lo specchio delle mancate timbrature, con il quale asseriva falsamente di aver svolto orari di servizio mai eseguiti. Nel medesimo contesto i carabinieri accertavano che l’indagato più volte si faceva accompagnare con l’auto di servizio nel tragitto ufficio - abitazione». Nell’ordinanza cautelare il Gip, nel ritenere fondato il quadro accusatorio prospettato dalla Procura, evidenzia che le «modalità d’azione» dell’indagato «sono gravi e obiettivamente allarmanti, soprattutto perché poste in essere …con assoluta sfrontatezza».

FONTE:
http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_gennaio_10/fonte-nuova-comandante-vigili-arrestato-assenteismo-07366840-d719-11e6-94ea-40cbfa45096b.shtml

1 commento: